fbpx Sognare ad occhi aperti? Migliora l'apprendimento e le emozioni sociali | Massimo Martucci | Psicologo

Breve viaggio alla scoperta della funzione "riposo" del nostro cervello. Ad uso di studenti e insegnanti.

Chissà quante volte ti sarai sorpreso a sognore ad occhi aperti, fantasticare, magari proprio mentre stavi leggendo un libro o stavi ascoltando una lezione. Distrazione? In realtà esiste una modalità specifica del nostro funzionamento cerebrale, chiamato "default mode", che presiede proprio a questa esplorazione del mondo "interno", staccando per qualche momento l'attenzione dal mondo esterno.

La scoperta delle neuroscienze, e in particolare della neuroscienziata americana Mary Helen Immordino-Yang, è che alternare sapientemente momenti di attenzione a compiti cognitivi con momneti di pensieri introspettivi, è una grande risorsa per le nostre cpaacità di apprendimento.

In pratica diventiamo migliori studenti, discenti, svolgiamo meglio i compiti che richiedono attenzione, e miglioriamo anche le nostre emozioni che ci permettono di entrare in relazioni positive con gli altri, quanto più abbiamo dei momenti in cui "sogniamo ad occhi aperti", lasciamo il pensiero libero di correre, di immaginare, di dialogare con noi stessi.